Ricerca Porno Film porno Videochat Directory Altro    |    Adult Search Engine    Moteur de recherche porno    Canale Twitter di Motore Porno

 

 

Blog di Motore Porno


 

Come promuovere un sito porno con l’ebook sull’Adult SEO

2 agosto 2012

Ebook Guida all'ADULT SEOVisto il grande successo ottenuto dai nostri articoli dedicati alla rubrica denominata “Guida Adult SEO”, abbiamo deciso di raccoglierne il contenuto all’interno di un comodo ebook da scaricare e leggere da PC o da dispositivi mobili.

Tutti gli argomenti sono stati revisionati con riferimento agli update di Google, ossia Penguin e Panda, in modo da predisporre una guida quanto più aggiornata possibile.

La SEO è un tema molto trattato sul Web, ma ben poco si trova con specifico riguardo alla branca del porno: ecco, quindi, che abbiamo pensato di confezionare e distribuire un breve manuale che possa risultare utile sia ai neofiti dell’adult webmastering, i quali vogliano conoscere le regole base della promozione di un sito erotico, sia agli esperti del settore, che vogliano perfezionare quanto già sanno mettere in pratica.

Si tratta di un vademecum di 33 pagine, che spazia tra le fasi più importanti dell’Adult SEO, dall’indicizzazione all’ottimizzazione, dalla promozione al monitoraggio.

Dopo un breve periodo in cui è stato distribuito gratis da questo blog, ora abbiamo dovuto metterlo in vendita, comunque al bassissimo prezzo di appena 0,99 euro: si tratta di un contributo simbolico necessario per distribuirlo sulle più importanti librerie digitali.

Ne puoi comprare una copia comodamente tramite il box sottostante, cliccando su “Acquista”. Aspettiamo le tue impressioni! Commenta questo post e segnalaci tramite Facebook, Twitter e Google Plus.

 

vendita-adult-seo

Guida Adult SEO: i nuovi orizzonti dell’Adult SEO

25 gennaio 2012

Adult SEOA conclusione di questa serie di articoli che abbiamo denominato “Guida Adult SEO”, si vuol tirare un pò le somme ed evidenziare le nuove prospettive sulla promozione di un sito erotico.

In passato, il settore del porno era dominato dallo spamming e dalle più estreme tecniche di Black Hat SEO: i guadagni erano tanti ed il gioco valeva un ban, i motori erano stupidi e le spinte artificiali nelle SERP portavano spesso a buoni risultati senza troppi sforzi economici.

Oggi cosa è cambiato? Tantissimo!

I guadagni dell’hard online sono ancora buoni, anche se il mercato è sempre più dilaniato dal porno gratuito con l’offerta di video, foto e racconti erotici: da qui deriva che la concorrenza è elevatissima e spesso sleale, in quanto non si può competere con il gratis.

Inoltre, il recente aggiornamento Panda dell’algoritmo di Google (che ha seguito il precedente Caffeine) ha dimostrato che i motori di ricerca sono diventati estremamente attenti ed intelligenti, sforzandosi di “vedere” un sito come un utente umano: il risultato di ciò è che, oggi molto più di prima, è il contenuto a farla da padrone come parametro di ranking dei siti. Pertanto se adesso non si realizzano ottimi siti porno, orientati più agli utenti che ai motori di ricerca, con contenuti originali ed interessanti, si rischia di rimanere fuori dal mercato più ricco del Web: barare non conduce più da nessuna parte, nemmeno nel porno che ha sempre goduto di una forza attrattiva naturale.

Abbiamo notato che le tecniche SEO, finora illustrate in questa serie di articoli, sono applicabili alla promozione di un sito porno con molti limiti, per due ragioni principali:

  • la diffidenza (forse anche giustificata in alcuni casi) verso il settore dell’Adult, considerato da molti operatori come equivalente a siti “scam” in termini di SEO;
  • la scarsa propensione del porno online ad essere “parlato” (tranne in particoli nicchie), che, quindi, mal si presta al contenuto testuale.

Attualmente la maggior parte dei siti porno italiani sono statici e costituiti per lo più da video tube e presentazione di webcam chat erotiche, ove è proposto agli utenti molto contenuto multimediale, ma poco testo o, comunque, di scarsa qualità.

Allora il futuro dell’Adult SEO sono solo i blog erotici? No, ma occorre qualche sforzo in più da parte degli adult webmaster nella realizzazione, gestione e promozione del proprio sito porno.

Ecco pertanto i nostri consigli conclusivi:

  • creare ogni pagina web principalmente in funzione dell’utente, magari approfondendo le tematiche relative all’attenzione ed alla persuasione online;
  • inserire nei siti porno statici del testo descrittivo di contenuti multimediali il quale può essere anche sintetico, ma deve essere necessariamente utile per l’utente: occhio, però, a non sovraottimizzare;
  • aggiornare periodicamente le pagine statiche del sito porno, con nuovi testi e l’offerta di diversi contenuti multimediali;
  • affiancare alle pagine web statiche di un sito porno classico un blog ove scrivere periodicamente articoli originali ed attrattivi attinenti al genere erotico cui è dedicato il progetto;
  • mettere in pratica tutte le tecniche SEO illustrate nei nostri precedenti articoli, operando una accurata selezione delle piattaforme ove attuarle: nel fare ciò bisogna tenere presente l’apertura di queste ultime al porno ed alla loro autorevolezza rispetto ai motori;
  • evitare con attenzione il contenuto testuale duplicato e l’uso di tecniche Black Hat SEO, in quanto saranno fonte di sicura penalizzazione o addirittura di ban nel lungo periodo da parte dei più importanti motori di ricerca.

Senza la presunzione di voler insegnare niente a nessuno, speriamo che questa serie di articoli dedicati all’Adult SEO abbia potuto far rifelttere ed aver aiutato i neofiti dell’adult webmastering ad orientarsi nella SEO di un settore controverso e complicato come il porno.

Quali sono le parole porno più cercate?

11 gennaio 2012

I termini porno più cercati su MotorePorno.comI primi giorni del nuovo anno sono sempre tempo di statistiche e bilanci, così, al pari del più importante Google, anche Motore Porno, nel suo settore, intende cimentarsi in un’analisi delle parole porno più cercate tramite il proprio campo di ricerca durante il 2011. La disamina che seguirà fa riferimento ad un campione dei 400 termini più digitati su un totale di 6669.

Il premio della ricerca hard 2011 va a Belen Rodriguez, cercata il 9% delle volte, grazie al celeberrimo video sexy pubblicato sul Web nell’anno appena trascorso dal suo ex fidanzato argentino; mentre, tra le altre donne dello spettacolo più digitate si evidenzia una certa passione vintage degli italiani con Lilli Carati (0,14%) e Claudia Antonelli (0,95%), cui seguono Monica Bellucci (0,9%) e Paris Hilton (0,9%).

Al secondo posto tra le parole più cercate vi sono le donne mature (7,89%) che superano le teenagers (5,32%), dimostrando che l’esperienza eccita più della freschezza giovanile, tanto che “vecchie” e “nonne” registrano insieme un ulteriore 0,80%, cui seguono, purtroppo, “preteen” (0,5%) e “minorenni” (0,32%).

E’ tra le località, poi, che si trova il terzo termine più digitato dai nostri utenti, ossia l’Italia (6,21%), con tutta una serie di query che fanno riferimento al Bel Paese, quali “donne italiane”, “porno italiano”, “sesso italiano”, ecc…; interessante scoprire, inoltre, che gli altri luoghi più digitati in questa speciale rassegna sono l’Asia (0,35%) e, sorprendentemente, Napoli (0,28%).

Al quarto posto si piazza il sesso amatoriale (5,55%), che, tra i generi hard, supera il transex (5,21%), l’anale (4,55%), l’orale (3,73%) ed il lesbo (2,21%): ciò evidenzia come l’utente italiano preferisca il porno più vicino alla realtà, tale che nell’ambito degli altri generi più apprezzati si registrano proprio il “voyeur” (1,23%) ed il “Live Show” (0,82%). Abbastanza cercato è pure il sesso di gruppo (1,07%), nelle diverse versioni delle “orge”, delle “gang bang” e del “threesome”, cui seguono l’handjob (0,96%), ossia la masturbazione del pene, il fetish (0,53%), i dildo/toys (0,37%), gli hentai (0,32%) e gli annunci erotici (0,32%). Meno ricercati, infine, tra i generi hard più classici, sono il bisex (0,19%), la doppia penetrazione (0,12%) ed il porno interrazziale (0,10%).

Nell’ambito dei gusti sessuali più estremi, si evidenzia il primato dell’incesto (4,10%), cui seguono l”animal” (3,09%) con una curiosa predilezione per cavalli (0,23%) e cani (0,10%), quindi, lo stupro o “rape” (1,32%), lo scatting (0,64%) e l’enema (0,34%).

Tra i generi porno più di nicchia, invece, il più ricercato è lo squirting (1,26%), cui seguono il pissing (0,87%), il cuckold (0,73%), il casting (0,57%), il fisting (0,44%), il bukkake (0,37%) ed il BDSM (0,34%) con i suoi sotto generi del bondage (0,25%) e del sadomaso (0,23%); interesse è mostrato dall’utente medio anche per l’upskirt (0,19%), il footjob (0,18%), il futanari (0,16%), lo spanking (0,10%) e lo smoking (0,10%).

Pochissimo spazio tra le ricerche sul nostro motore è riservato agli uomini, limitato all’attore hard Rocco Siffredi (0,71%) ed al regista erotico Salieri (0,18%), mentre più digitati sono stati il membro maschile (0,75%) e lo sperma (0,32%), nelle loro più diverse accezioni.

Tra le parti del corpo, sono quelle femminili a farla da padrone, con il primato delle “tette” (2,28%), cui seguono i piedi (0,84%), la “figa” (0,80%) ed il “culo” (0,77%). I capi di abbigliamento che ispirano maggiori fantasie sessuali sono invece i collant (0,12%), i tacchi (0,10%), le calze (0,9%), il latex (0,9%) ed il nylon (0,9%).

L’universo femminile è comprensibilmente il fulcro delle ricerche dei nostri utenti su Motore Porno, in tutte le sue variegate sfaccettature: così, la mamma (2,64%) è tra i termini più cercati, cui seguono la moglie (1,14%), la MILF (0,89%), la vergine (0,46%), la sorella (0,32%), la pregnant (0,26%), la suocera (0,18%), la zia (0,18%), la fidanzata (0,12%) e la figlia (0,10%). Tra le tipologie di donne più apprezzate vi sono le grasse (0,52%), quindi le bionde (0,39%), le rosse (0,25%) e le nere (0,25%).

Interessante è l’excursus tra le parole rappresentanti le professioni femminili che stuzzicano maggiormente le fantasie erotiche: la prostituta (0,57%), nelle sue varie accezioni, è ovviamente tra le più ricercate, cui seguono le escort (0,19%), le casalinghe (0,16%), le infermiere (0,12%) e le professoresse (0,10%). Una posizione di preminenza è comunque riservata alle pornostars (0,71%) e nella speciale classifica delle attrici hard più ricercate spicca una certa preferenza del nostro utente verso le italiane, già affermate da tempo nel settore: così, la più digitata risulta essere Selen (1,60%), cui seguono l’indimenticata Moana Pozzi (0,71%), Milly D’Abbraccio (0,64%), Eva Henger (0,62%), Cicciolina (0,60%), Jessica Rizzo (0,44%), Roberta Gemma, già Missoni, (0,41%), Lea Di Leo (0,39%), Lisa Ann (0,23%), Angelica Bella (0,21%), Elena Grimaldi (0,21%), Erika Bella (0,16%), Michelle Ferrari (0,14%), Maurizia Paradiso (0,12%), Asia Morante (0,10%), Holly Henderson (0,10%), Luana Borgia (0,9%) e Monica Roccaforte (0,9%).

Concludiamo questa analisi sulle parole erotiche più cercate su MotorePorno.com nell’anno 2011 con una menzione dei siti più digitati, ossia Chatroulette (0,26%), Youporn (0,25%), Brazzers (0,14%) e l’immancabile Facebook (0,12%).